Mister Felicità

La felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarsi sempre dopo ogni caduta. – Confucio

Inizia così il nuovo film di Siani, una frase che fa intendere già quale sia il vero messaggio del film.

Con una risata, con un modo davvero leggero, siamo tutti invitati a risollevarci. Nonostante i problemi, nonostante le brutte cose che succedono.

Il segreto sembra proprio essere la forza di reagire.

E’ la storia di un motivatore, o dovrei dire di un ragazzo che si finge un motivatore, e che incontra nel suo lavoro la più grande pattinatrice olimpica poiché ha scelto di appendere i pattini al chiodo.

La ragazza ha smesso di sorridere e lui riesce a sbloccarla solo quando mostra a lei il vero se stesso. Pigro come lei, sfiduciato come lei, amareggiato come lei.

Non mancheranno i colpi di scena, non mancheranno ritorni di fiamma e famiglie complesse con un passato nascosto.

In questo film, come negli altri di Siani, vince la normalità, vince l’essere semplice e vincono i sentimenti nobili come l’amore puro. Vincerà la caparbietà, vincerà chi ha il coraggio di reagire e non può mancare il dialetto napoletano e la mala vita certamente riportata in chiave ironica.

Un film da vedere con la famiglia perché questo lo devo dire:  Siani è da famiglia.

Riesce a far ridere tutti senza mai essere volgare, quasi utopico oggi giorno.

Commenti

commenti

Gioia

Gioia, 24 anni e studentessa di Lingue e Letterature Straniere. Con la passione per i libri. Con la voglia di girare il mondo. Con l'esigenza di dire sempre ciò che pensa.