Di vita, di strade, di scelte

Spesso la vita ci mette davanti ad un bivio.

E’ come andare in montagna e trovare, davanti a te, due strade simili ma totalmente diverse se valutate in base alla meta a cui esse conducono. Da un lato si torna a casa, al sicuro, dopo un lunghissimo e faticosissimo giro facendoti trovare perennemente allo stesso punto, dall’altro si continua a salire, salire, fino alla cima.

Qualcuno direbbe che la scelta giusta sta nel non scegliere, che è un tuo diritto, che ognuno ha i suoi tempi e che la vita stessa sarà adeguata a questi, di sederti a terra in attesa che qualcuno scelga per te. Sbagliano.

La vita non è una questione relativa, il tempo non smette di scorrere per chi decide di restare fermo.

Qualcuno ti dirà di lasciare lì il tuo zaino e fuggire, lasciando ad altri il tuo fardello. In questo modo potrai procedere molto più velocemente, senza pensieri, senza problemi, che andranno a scapito di qualcun altro. Ma poi quale sarebbe il valore di aver guadagnato una cima? Dove sarebbe quel senso di liberazione, che ti fa sentire bene nonostante le gambe dolenti, che ti fa chiudere gli occhi al sole, sorridendo ad una leggera brezza che ti accarezza il viso?

Non avrebbe senso salire senza portare te stesso con te, senza guardarsi intorno. Per aggirare gli ostacoli rocciosi della vita, spesso occorre solo prendersi per mano ed affrontarli insieme. Magari arrivando leggermente in ritardo, magari condividendo il peso ma anche l’acqua e il cibo, prendendone a volte un po’ meno per lasciarne di più all’altro, che fa più fatica di noi.

La vita è fatta di scelte. Faticose, dolorose, che ti faranno piangere di rabbia, con il sapore ferroso di sangue in bocca, scelte che, nonostante le paure e le rinunce dovrai fare. Per un mondo diverso, per un mondo più giusto.

Il mondo si cambia cambiando.

 

Framo

Commenti

commenti

Francesco Amori

Scrittore, presente in “Racconti dall’Abruzzo e dal Molise” della Historica Edizioni (2018). Poeta edito nella raccolta di Poesia contemporanea “Sentire” della Pagine (2016).